Prague IT

Breve storia del castello di Praga

By Aprile 23, 2015 No Comments

Per chiunque ami Praga, ami passeggiare per le sue strade, girovagare per i suoi angoli e contemplare i suoi edifici, il castello è un un piacere per tutti i sensi. Tuttavia, se ci fermassimo a questo semplice piacere estetico, correremmo il rischio di perderci quacosa di appassionante: la sua storia.
Ogni singola pietra di ciascuno degli edifici fu collocata magnificamente da persone che furono protagoniste di buona parte della Storia euroea per diversi secoli.

Il castello di Praga è senza ombra di dubbio la costruzione più importante di tutto il paese. Non a caso è stato ed è ancora oggi, da più di mille anni, il centro di potere. Per secoli e secoli tutto il potere si riunì al suo interno. L’altro clero come rappresentante di Dio in Terra, l’alta nobilezza, i paladini e i difensori del Re, e ovviamente proprio il Re, colui che dettava le leggi e deteneva potere assoluto.

Facciamo quindi un piccolo esercizio di memoria per raccontare brevemente come fu fondato e come si sviluppò il castello di Praga.

Nel secolo IX si iniziò la costruzione di quella che sarebbe diventata la fortezza medievale più grande del pianeta. In quel momento il vecchio continente europeo, caduto l’impero Romano, si trovava a vivere un periodo di grande oscurità politica e culturale. La costante lotta fraticida per interessi personali dei protagonisti del medioevo, i nobili, segnava la vita del continente intero. Fu precisamente in questo clima bellicoso che si iniziarono a costruire in Europa centrale una serie illimitata di fortezze destinate a mostrare la grandezza del potere centrale per terrorizzare gli abitanti e quelli dei territori vicini.

In questo clima di insicurezza, il primo monarca premislida Borivoj I, innalzò sopra una collina vicino al fiume Moldava la seconda Chiesa cristiana di Boemia, la chiesa della Nostra Signora. A continuazione iniziò a costruire al lato di tale chiesa una fortezza di legno. Questa costruzione fu un primo embrione del castello di Praga.
Con il passare degli anni apparvero altri templi all’interno di questo castello medievale, nuove mura di cinta, e un palazzo reale in pietra. Nel secolo XII il castello si era convertito in una robusta cittadella romanica. Tutto il potere di Boemia si emanava a partire dal castello.

Fu precismanete il suo protagonismo come centro di potere il motivo dei suoi mali e delle sue grandezze.

Le lotte tra i nobili premislidi per assumere il controllo del potere propiziarono la distruzione e la ricostruzione sistematica del castello durante il medioevo.
Uno dei peggiori momenti della storia del castello fu il periodo delle guerre ussite, che lo devastarono durante la prima metà del secolo XV.
Gli Jagelloni e posteriormente gli Asburgo destinarono ingenti quantità di denaro alla sua ricostruzione. Nel 1541 un incendio distrusse buona parte della fortezza, ma questo non demotivò i monarchi, che continuarono senza sosta ad investire fondi per riportarlo al suo vecchio splendore. E proprio quando il castello era quasi ricostruito in tutta la sua grandiosità, la Guerra dei Trenta Anni lo devastò nuovamente.

La storia del castello continua: gli Asburgo, coscienti dell’importanza geo-strategica del castello, e della sua rilevanza come simbolo di potere per la Boemia, si rimboccarono le maniche e lo riportarono alla luce…
Il castello sarà “ultimato” soltanto agli inizi del secolo XX.

Tanta distruzione e ricostruzione, tanti secoli per ultimare un’opera di siffatta grandezza, conferirono al castello di Praga un’impronta molto speciale. La stratificazione costruttiva, la complessità funzionale degli edifici del castello, permettono al visitatore di poter osservare quasi tutti gli stili architettonici che si sono visti in Europa negli ultimi mille anni.

Nel 1918 dopo la scomparsa dell’impero Austroungarico, Praga si convertì nella capitale dell’antica Cecoslovacchia. In quel momento buona parte dei suoi cittadini tornarono ad incentrare il proprio interesse su questo millenario castello. Tomas Garrigue Masaryk fu il primo presidente del paese e, per molti cechi, fu il primo governante ceco da quando si estinse la dinastia premislida nel secolo XIV. In maniera simbolica, T.G. Masaryk scelse alcune parti del castello per farne la propria residenza.
Ad oggi questo castello continua ad essere la residenza dei presidenti cechi, pertanto continua ad albergare il potere politico… ma oggi in maniera democratica.

admin

Author admin

More posts by admin